Frittelle di acacia

La prima volta che ho assaggiato le frittelle di acacia è stato 9 anni fa: io e Alfredo ci eravamo appena trasferiti a Massa, nel borgo medievale. Mentre sistemavo casa, facevo amicizia via via con i vari vicini e abitanti del paese che curiosi di scoprire chi fossero questi “forestieri” si affacciavano per fare due chiacchiere (che poi diventavano 4, 6, 8…insomma dopo 10 minuti loro sapevano tutto di me ed io di loro). Un giorno incontrai Barbara: lei aveva le api e sfacciata come ero (e sono) le dissi che amavo il miele. Fu così carina che ogni volta che passava davanti casa mia mi lasciava un vasetto di miele.

Ovviamente il mio preferito era quello di acacia.

Un giorno una signora del paese che, dopo la camminata mattutina, si riposava sempre sulla panchina davanti al mio ingresso, mi vide raccogliere uno dei barattoli di miele e disse “bimba se ti garba tanto il miele di acacia, devi provà a fa le frittelle coi fiori d’acacia”. Non esitai, andai subito a piedi a cogliere i fiori di acacia, passai dalla bottega del paese a comprare la birra e preparai la pastella per friggere quei fiori che tanto amo e che profumano tantissimo.

Peccato che l’acacia in fiore ci sia solo adesso…quindi affrettatevi!

frittelle di acacia

INGREDIENTI (4-6 persone):

100 g di farina 

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di zucchero 

100 ml di acqua

50 ml di birra fredda (delicata,non scura e magari che abbia un profumo di miele e fiori)

70 g di fiori di acacia

Olio per friggere q.b.

Miele per condire le frittelle o zucchero o Sale

In una ciotola mettete la farina, il sale e lo zucchero. Aggiungete a poco a poco l’acqua

cercando di eliminare tutti i grumi con una frusta e poi aggiungete la birra fredda.

Lasciate riposare la pastella in frigo per almeno mezz’ora.

Mettete 3 dita d’olio in una padella ampia, passate i fiori di acacia nella pastella e
scolateli delicatamente così da perdere l’eccesso di pastella. Quando l’olio è ben caldo
adagiate i fiori ben distanziati nella padella e cuoceteli due minuti per lato, finché non
sono croccanti e dorati. Vi consiglio di cuocerne pochi alla volta così da mantenere la
temperatura dell’olio costante.
Scolate le frittelle di acacia dall’olio, mettetele in un piatto rivestito di carta da cucina
assorbente.
A questo punto potete cospargete le frittelle di acacia con del miele di acacia oppure di
zucchero, ma potreste anche salarle e servirle per l’aperitivo o come antipasto.

 

frittelle di acacia

ENGLISH VERSION

The first time I tasted frittelle di acacia was 9 years ago: Alfredo and I had just moved to Massa in the medieval village. As I settled home, I made friends by the way with the various neighbors and inhabitants of the borgo who curious to find out who they were “foreigners” faced to chat (which then became long chat… In short after 10 minutes they knew everything about me and I  knew them). One day I met Barbara: she had bees and as I was  cheeky (and I am) told her I loved honey. She was so pretty that every time she walked past my house, she left me a jar of honey.

Obviously my favorite was the Acacia honey.

One day a lady of the borgo, after  her morning walk, was resting on the bench in front of my entrance, she saw me pick up one of the jars of Honey and said “girl if you like so much acacia honey, you have to try to make frittelle with acacia flowers.” I did not hesitate, I immediately went on foot to catch the flowers of Acacia, I passed from the grocery of the borgo to buy the beer and prepared the batter to fry those flowers that I love so much and that smells a lot.

Too bad the acacia in Bloom is just now… So hurry up!

frittelle di acacia

 

INGREDIENTS (4-6 serves):

100 g of flour

1 Pinch of salt

1 tablespoon of sugar

100 ml of water

50 ml of cold beer (delicate, not dark and maybe with a scent of honey and flowers)

70 g Acacia blossom

Frying Oil to taste

Honey to dress the frittelle or sugar or salt

Put the flour, salt and sugar In a bowl. Add little by little the water

Trying to get rid of all the lumps with a whip and then add the cold beer.

Let the batter rest in the fridge for at least half an hour.

Put 3 fingers of oil in a large frying pan, pass the Acacia blossoms in the batter and

drain gently so that the excess of batter is lost. When the oil is very hot

lay the flowers well spaced in the pan and cook them two minutes on each side until

they are crisp and golden. I recommend that you cook a few at a time to keep the

constant oil temperature.

Drain the flowers from the oil, put them in a plate covered with absorbent kitchen paper.

At this point you can sprinkle them with acacia honey or sugar, but also

salt them and serve them for an aperitif or as an appetizer.

frittelle di acacia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.