Madeleines

Le Madeleines perfette con delle belle gobbette, burrose al punto giusto, soffici… da sempre uno dei miei dolceti preferiti!

Conoscete le origini di questo dolce?Due leggende circolano sull’origine delle madeleines. La prima racconta che nel 1755 il re Stanislas di Polonia ha ricevuto Voltaire – che sapeva essere un gran gourmand molto – nel suo castello di Commercy. Chiese così alla sua cuoca, di nome Madeleine, di preparare una torta originale. La cuoca realizzò una torta dal ventre rotondo che piacque così tanto agli ospiti del re che alla fine decise di inviarla a sua figlia, la moglie di Luigi XV. Questo dolcetto fu molto apprezzato a Versailles che fu battezzato per la prima volta come “torta della regina”, ma lei preferì chiamarlo Madeleine in onore della cuoca che l’aveva inventata.

La seconda leggenda narra che una ragazza di nome Madeleine diede ai pellegrini di Compostela una torta all’uovo modellata in una capesante.

Quale sia l’origine, ciò che conta è che siano state inventate e siano arrivate fino a noi.

Il segreto per avere delle Madeleines con una super gobbetta è lo shock termico, quindi preparate l’ impasto la sera prima per poi infornarle la mattina; se invece avete fretta fate riposare l’impasto in frigo almeno 3 ore.

Ingredienti per circa 30 Madeleines:

3 uova

150 g burro

150 g zucchero

150 g farina

1 cucchiaino da caffè di lievito

Scorza di mezzo limone

Aroma di mandorla

1 pizzico di sale

Fondete il burro e fate intiepidire. Nel frattempo montate le uova con lo zucchero fino a che non saranno raddoppiate in volume e saranno belle chiare e spumose. Versate il burro a filo e continuando a mescolare unite la farina e lievito precedentemente setacciati, il sale e l’aroma di mandorla e scorza del limone non trattato.

Coprite con la pellicola e tenete in frigorifero per almeno 3 ore (fatelo la sera prima e tenete a riposare in frigo).

Preriscaldate il forno statico a 220°.

Imburrate ed infarinate lo stampo per madeleine e mettetelo in frigo o freezer per 5-10 minuti. Versate un cucchiaino pieno di impasto in ogni cavità (non esagerate perché crescono in cottura) e mettete in frigo. Infornate a 220° per 4 minuti, poi abbassate a 180° e proseguite per altri 5-6 minuti fino a quando le madeleine sono dorate e con le classiche gobbette. Sfornate, togliete subito dallo stampo aiutandovi con la punta di un coltello e fate raffreddare su una griglia.

ENGLISH VERSION

Two legends circulate about the origin of madeleines. The first tells that in 1755 king Stanislas of Poland received Voltaire – whom he knew very greedy – in his castle of Commercy. He then asked his cook, named Madeleine, to prepare an original cake. She made round-bellied cakes that pleased the king’s guests so much that he decided to send them to his daughter, Louis XV’s wife. This sweetness was so appreciated at Versailles that it was first baptistd as “queen’s cake”, but it would pre-call it “madeleine” in honour of the cook who had invented it.

The second legend tells that a girl named madeleine gave pilgrims of Compostela an egg cake molded in a scallop.

Whatever the origin, what matters is that they were invented and came to us.

The secret to having Madeleines with a super hump is the heat- shock, so prepare the dough the night before and then bake them in the morning; if you are in a hurry, let the dough rest in the fridge at least 3 hours.

Ingredients for about 30 Madeleines:

3 eggs

150g butter

150g sugar

150g flour

1 teaspoon baking powder

Half a lemon zest

Almond aroma

1 pinch of salt

Melt the butter and let it cool down. Meanwhile, whisk the eggs with the sugar until they are doubled in volume and will be nice and fluffy. Pour the butter flush and continue to mix adding the flour and baking powder previously sifted, salt and almond aroma and untreated lemon zest.

Cover with clingfilm and refrigerate for at least 3 hours (do it the night before and rest in the fridge).

Preheat the static oven to 220 degrees.

Flour and grease the madeleine mould and put it in the fridge or freezer for 5-10 minutes. Pour a full teaspoon of dough into each cavity (don’t overdo it because they grow in cooking) and put in the fridge. Bake at 220 degrees for 4 minutes, then lower to 180 degrees and continue for another 5-6 minutes until the madeleines are golden and with the classic humps. Remove from the mould and cool down on a wire rack.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.