Pumpkin Pie

Happy Thanksgiving!!!
Un giorno speciale per i nordamericani, il 398esimo giorno del Ringraziamento. Il primo Thanksgiving viene comunemente fatto risalire al 1621, quando nella città di Plymouth, nel Massachusetts, i padri pellegrini si riunirono per ringraziare il Signore del buon raccolto dopo il tragico inverno passato nel 1960: 102 pionieri imbarcati a bordo della Mayflower arrivarono sulle coste americane dopo un duro viaggio attraverso l’Oceano Atlantico; durante il viaggio molti si ammalarono e alcuni morirono. Quando arrivarono, con l’inverno ormai alle porte, si trovarono di fronte a un territorio selvatico e inospitale, fino ad allora abitato solo da nativi americani.I Pellegrini avevano portato dall’Inghilterra dei semi di vari prodotti che si coltivavano in patria e li seminarono nella terra dei nuovi territori. Per la natura del terreno e per il clima, la semina non produsse i frutti necessari al sostentamento della popolazione, per cui quasi la metà di loro non sopravvisse al rigido inverno. Questa situazione rischiava di riproporsi anche l’anno successivo se non fossero intervenuti i nativi americani, che indicarono ai nuovi arrivati quali prodotti coltivare e quali animali allevare, nella fattispecie il granoturco e i tacchini.
E così, dopo il duro lavoro degli inizi, i Pellegrini indissero un giorno di ringraziamento a Dio per l’abbondanza ricevuta e per celebrare il successo del primo raccolto. I coloni invitarono alla festa anche gli indigeni, grazie ai quali avevano potuto superare le iniziali difficoltà di adattamento ai nuovi territori, gettando le basi per un futuro prospero e ricco di ambiziosi traguardi. Nel menù di quel primo Ringraziamento americano ci furono pietanze che divennero tradizione per le feste, in particolare, il tacchino,il granturco e la zucca.Gli anni passarono e nel 1863, nel bel mezzo della guerra di secessione, Lincolnproclamò la celebrazione del giorno del Ringraziamento, che da quel momento diventò una festa annuale e perse gradualmente il suo contenuto cristiano.

Voi come festeggiate questo giorno?

I miei figli,dopo esser stati con l’insegnante americana, ieri sera mi hanno raccontato quello che avevano fatto con lei e mi hanno detto che la festa del “fancsghivin e’ come la giornata della gentilezza, mamma bisogna essere contenti e ringraziare tutti per il loro bene e non fare le bizze”…

Ecco la pumpkin pie che avevate già visto su instagram

Buona giornata a tutti

Ingredienti:

Per il ripieno:

500 g purea di zucca,

120 ml panna,

2 uova grandi ,

2 tuorli,

90 g burro,

150 g zucchero di canna,

2 cucchiai di acqua,

1 cucchiaino di estratto di vaniglia,

2 cucchiaini zenzero in polvere,

2 cucchiaini cannella in polvere,

1/2 cucchiaino chiodi di garofano in polvere,

pizzico di sale,

60 ml sciroppo d’acero,

1 cucchiaio di miele,

noce moscata grattugiata 1/2 cucchiaino,

120 ml latte

Per la Pasta brisée :

(se volete usare quella pronta 2 rotoli) altrimenti:

300 g farina,

150 burro,

pizzico di sale,

6-7 cucchiai acqua fredda.

Accendete il forno a 200°C. Lavate e pulite la zucca e cuocetela in forno per circa 25 minuti.
Nel frattempo, preparate la pasta brisée: mettete nella planetaria farina burro e sale e poi aggiungete l’acqua fredda (potete anche impastare a mano senza utilizzare l’impastatrice). Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo rivestitelo con la pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per mezzora. Trascorso il tempo necessario, stendete la pasta tra due fogli di carta forno e rivestite lo stampo cercando di coprire bene i bordi con l’impasto (bordi alti circa 4 cm), coprite con fagioli secchi cosicchè in cottura i bordi non si ripiegheranno e la base non si gonfierà. Cuocete per 15 minuti. Una volta trascorso il tempo, togliete dal forno, eliminate i fagioli e il foglio di carta forno in superficie.
Con la pasta rimasta fate delle foglie che andrete a mettere sulla torta e cuocerete dopo.

In un pentolino fate fondere il burro, quando sarà di un color nocciola mettete lo zucchero di canna e fate bollire, mescolando,finché non avrà un buon profumo di caramello. Versate a quel punto la panna,continuate a mescolare e togliete dal fuoco. Aspettate che si intiepidisca.

Prendete 500 g zucca pulita,mettetela in un frullatore con le uova,le spezie,lo sciroppo d’acero, l’acqua, il miele e il latte. Frullate e poi unite il burro caramellato. Versate tutto nel guscio di brisée precotto.

Decorate con le foglie di brisée rimasta,ricordatevi di spennellare con un uovo sbattuto con un cucchiaio di latte. Cuocete a 180°C per 40 minuti

ENGLISH VERSION

Happy Thanksgiving!!!
A special day for North Americans, the 398th Thanksgiving. The first Thanksgiving is commonly traced back to 1621, when in the town of Plymouth, Massachusetts, the pilgrim fathers gathered to thank the Lord for the good harvest after the tragic winter passed in 1960: 102 pioneers aboard the Mayflower arrived on the American coast after a hard journey across the Atlantic Ocean; during the journey many became ill and some died. When they arrived, with winter now upon us, they were faced with a wild and inhospitable territory, until then inhabited only by Native Americans. The Pilgrims had brought from England seeds of various products that were cultivated at home and sowed them in the land of the new territories. Due to the nature of the soil and the climate, sowing did not produce the fruits necessary for the sustenance of the population, so almost half of them did not survive the harsh winter. This situation was in danger of re-emerging the following year if the Native Americans did not intervene, indicating to the newcomers which products to grow and which animals to raise, in this case corn and turkeys.
And so, after the hard work of the beginnings, the Pilgrims said a day of thanksgiving to God for the abundance received and to celebrate the success of the first harvest. The settlers also invited the natives to the festival, through whom they had been able to overcome the initial difficulties of adapting to the new territories, laying the foundations for a prosperous and ambitious future. On the menu of that first American Thanksgiving there were dishes that became traditional for the holidays, in particular, turkey, corn and pumpkin. Years passed, and in 1863, in the midst of the Civil War, Lincoln proclaimed the Thanksgiving Day celebration, which from that moment became an annual holiday and gradually lost its Christian content.

How do you celebrate this day?

My children, after being with the American teacher, last night told me what they had done with her and told me that the feast of “fancsghivin is like the day of kindness, mom, so we have to be happy and thank everyone for their good feelings and do not be upset”…

Here’s the pumpkin pie you’ve seen already on instagram.

Have a good day at all!!!

Ingredients:

For the filling:

500g pumpkin puree,

120ml cream,

2 large eggs,

2 egg yolks,

90 g butter,

150g brown sugar,

2 tablespoons water,

1 teaspoon vanilla extract,

2 teaspoons ginger powder,

2 teaspoons cinnamon powder,

1/2 teaspoon cloves powder,

pinch of salt,

60ml maple syrup,

1 tablespoon honey,

grated nutmeg 1/2 teaspoon,

120ml milk

For the Brisée Pasta:

(if you want to use the one ready 2 rolls) otherwise:

300g flour,

150 butter,

pinch of salt,

6-7 tablespoons cold water.

Turn on the oven at 200 degrees Celsius. Wash and clean the pumpkin and bake it in the oven for about 25 minutes.
In the meantime, prepare the brisée dough: put butter and salt in the planetary flour and then add the cold water (you can also knead by hand without using the mixer). Once you have a smooth and homogeneous dough coat it with clingfilm and put it to rest in the refrigerator for half an hour. After the necessary time, roll out the dough between two sheets of baking paper and coat the mold trying to cover the edges well with the dough (edges about 4 cm high), cover with dried beans so that in cooking the edges will not fold and the base will not swell. Cook for 15 minutes. Once the time has elapsed, remove the beans and the sheet of oven paper on the surface.
With the remaining dough make leaves that you will put on the cake and bake later.

In a saucepan melt the butter, when it is a hazelnut color put the brown sugar and boil, stirring, until it has a good caramel scent. Pour the cream at that point, continue stirring and remove from the heat. Wait for it to soften.

Take 500g clean pumpkin, put it in a blender with eggs, spices, maple syrup, water, honey and milk. Blend and then add the caramelized butter. Pour everything into the pre-cooked brisée shell.

Decorate with the remaining brisée leaves, remember to brush with a beaten egg with a tablespoon of milk. Cook at 180 degrees C for 40 minutes

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.