Udon Noodles

Udon Noodles!!! (english below)

Amo la cucina internazionale, soprattutto quella giapponese. Non mi è sempre possibile andare a Firenze a gustare un buon piatto di Udon, ma per fortuna ho un’amica di Tokyo che vive vicino a casa e che mi ha spiegato alcune semplici regole per preparare alcuni piatti della sua tradizione. L’udon è un tipo di noodles tradizionale giapponese molto popolare, fatto con farina di frumento, i più comuni sono quelli grossi e bianchi, ma possono essere sottili oppure spianati come tagliatelle. In commercio si possono trovare gli udon secchi, freschi, precotti, e precotti congelati. Si mangiano con brodo caldo o freddo, oppure saltati in padella. Noi oggi li mangeremo in brodo.

La prima cosa da fare è preparare il dashi, un brodo leggero e limpido per fare il quale sono necessari alcuni ingredienti: il katsuobushi (鰹節; かつおぶし), la wakame, la salsa di soia e il mirin. Il primo è un ingrediente molto importante nella cucina giapponese. Si ottiene grattugiando in piccoli fiocchi filetti di tonnetto striato essiccato, fermentato e affumicato. Il secondo è un’alga commestibile bruna, simile alla Kombu, ma con un sapore più leggero e gradevole per chi non ha familiarità con il gusto delle alghe. La salsa di soia è nota a molti di noi, è una salsa fermentata ottenuta dalla soia, grano tostato, acqua e sale. L’ultimo ingrediente invece, il mirin, è una sorta di sakè dolce giapponese.

Questi ingredienti sono reperibili o nei supermercati oppure nei negozi di prodotti e cibi asiatici (potrebbe interessarti leggere anche thai rice noodles) (uno dei più forniti in Italia è proprio a Firenze,ViVi Market  ).

INGREDIENTI (per 4 persone):

1 l acqua

30 g tonno grattugiato ( fiocchi di katsuobushi)

15 g alghe wakame o kombu

70 cc salsa di soia

40 cc mirin

Noodles freschi o precotti

2 cucchiaini di alga wakame

1 cipollotto fresco tagliato a pezzi

2 uova bollite

150 g tofu

verdure e funghi shitake q.b.

Immergere l’alga nell’acqua per almeno 30 minuti poi mettete a fuoco basso e prima che sia raggiunta l’ebollizione mettete i fiocchi di tonno essiccato. Spegnete il fuoco e lasciate  riposare finchè le scaglie si depositano sul fondo. Filtrate senza strizzare (con i residui potreste preparare un altro brodo chiamato niban dashi: mettete tutto in una pentola con 500 g acqua e portate ad ebollizione).

Prendete il brodo e aggiungete la salsa di soia e il mirin, il tofu a cubetti, le verdure e i funghi. Appena le verdure saranno tenere unite il cipollotto fresco a fettine e i noodles (tempi di cottura come da istruzioni confezione).

Dividete le uova sode a metà e mettetene una in ogni bowl. Servite il ramen caldo e gustatelo con le bacchette!

udon
Dashi, noodles, tofu, mushrooms, veggies, boiled egg
I         love the international cuisine, especially the Japanese. I can not always go to Florence to enjoy good Udon noodles , but luckily I have a friend from Tokyo who lives here and explained to me some simple rules to prepare some dishes of her tradition. Udon is a kind of traditional Japanese noodles very popular, made with wheat flour, the most common are the big and white ones, but they can be thin or flattened like noodles. In the market you can find dry udon, fresh, precooked, and frozen precooked. They are eaten with hot or cold broth or sauteed in a frying pan. We will eat them today in broth.
The first thing to do is make the dashi, a light and clear broth. We just need few ingredients: the Katsuobushi (鰹節; かつおぶし), the wakame, the soy sauce and the mirin. The first is a very important ingredient in Japanese cuisine. It is obtained by grating in small flakes fillets of tuna-striped dried, fermented and smoked. The second is a brown edible seaweed, similar to the Kombu, but with a lighter and pleasant taste for those not familiar with the taste of algae. The soy sauce is known to many of us, it is a fermented sauce obtained from soy, toasted wheat, water and salt. The last ingredient instead, the mirin, is a kind of sweet Japanese sake.
These ingredients are available in supermarkets or in Asian products and food stores (one of the most supplied in Italy is in Florence, ViVi Market).
Ingredients (for 4 persons):
1 L Water
30 g grated tuna (katsuobushi flakes)
15 g wakame or kombu
70 cc soy sauce
40 cc mirin
320 g Fresh or pre-cooked noodles
2 teaspoons of wakame seaweed
1 fresh spring onion cut into slices
2 boiled eggs
150 g tofu

Vegetables and mushrooms shitake to taste

Dip the seaweed in water for at least 30 minutes then put on low heat and before it is reached the boil, put the flakes of dried tuna. Turn off the heat and let it rest until the flakes are deposited on the bottom. Filter without wringing (with residues you could prepare another broth called Niban Dashi: put everything in a pot with 500 g water and bring to a boil).
Take the broth and add the soy sauce and the mirin, the cubed tofu, the vegetables and the mushrooms. As soon as the vegetables are tender,  add the fresh onion in slices and the noodles (cooking times as per package instructions).
Divide the boiled eggs in half and put one in each bowl. Serve it very hot and don’t forget to use the chopsticks! 

 

5 commenti Aggiungi il tuo

  1. elisabettapend ha detto:

    buonissimiiiiiissimiiiiii!!!!! prima o poi ci beccheremo tra i crecker filippini del vivi ;))

    1. lemongrassandoliveoil ha detto:

      aahahahah!Vero

  2. Elisabetta ha detto:

    Premetto che ho comprato 15euro di katuobushi e l’ho fatto scadere! 🙁 Lode alla tua amica di Tokyo!! Lo ricompro e stavolta lo uso!!!

    1. Eli ricompralo! E se provi la ricetta fammi sapere cosa ne pensi.okay?

    2. Elisabetta ha detto:

      siii!!!