Pane alla Zucca (doppia ricetta)

Buon giorno, anzi buon pomeriggio… ammetto di non essere così brava e puntuale nel condividere le ricette, ma non è sempre facile riuscire a fare tutto. Vi chiedo scusa, mi perdonate?!??

E’ stata una settimana intensa, presa dagli impegni familiari e lavorativi, mi sono ritrovata a cucinare fino a notte fonda per poi non avere modo di fotografare i piatti perchè era buio. Mi sono ritrovata a preparare una torta di mele per poi accorgermi che l’avevo infornata senza metterci le mele sopra. Mi sono ritrovata stanca e nervosa e poi, per asciugarmi le lacrime dagli occhi ho usato le mani con cui avevo cucinato con il peperoncino (non vi dico in che stato avevo gli occhi). Mi sto lamentando?!? Nooo assolutamente. Va bene così perchè sono felice che la mia vita sia così incasinata perchè amo tutto quello che faccio anche se comporta dei sacrifici, delle arrabbiature e delle fregature.

Tutto questo per dirvi che l’altra sera mi era venuta la curiosità di preparare i famosi panini alla zucca che tanto vanno di moda e mi sono ritrovata a farli alle 11:00 di sera… per la stanchezza ho fatto 4 nodi ad ogni incrocio dello spago, anzichè incrociare lo spago sotto il panino come fosse un pacchetto regalo da chiudere col nastro…dettagli… la foto dice tutto…

pane alla zucca (3).jpg

Ho preparato due versioni di questo pane alla zucca: la prima è di Carla, giornalista e sommelier e autrice del blog incucinaconcarla  , la seconda è mia. Insomma alla fine il risultato è stato super: pane alla zucca per tutti, con il latte per i panini di Carla e senza latte con olio di oliva per i miei.

Questi panini durano per 3 giorni soffici come appena sfornati. Ecco la versione di Carla per il pane alla zucca, morbido, delicato, lucido esternamente. Ideale per dei panini gourmet da abbinare con formaggi e mostarde.

Ingredienti per i panini alla zucca (dose per 10):

500 g di farina

300 g di zucca già pulita

5 g di lievito di birra fresco

50 g di latte

10 chiodi di garofano

10 g di olio extravergine d’oliva

sale

per spennellare

1 tuorlo

latte q.b.

spago da cucina

Tagliate la zucca già pulita e lavata in pezzettini e cuocetela in una padella con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva finché risulterà morbida. Fatela intiepidire e passatela in un mixer da cucina fino ad ottenere una crema. Versate nella planetaria la farina con il lievito di birra sbriciolato, il latte a temperatura ambiente e la crema di zucca, aggiungete il sale, l’olio a filo ed azionate finché si otterrà un panetto.  Toglietelo dalla planetaria, mettetelo in una terrina, coperta e lasciatelo lievitare per un paio d’ore in un luogo tiepido (forno spento con luce accesa 28°C-30°C) finché il suo volume risulterà raddoppiato. A questo punto dividetelo in 10 parti e formate delle palline.

Legate con lo spago (ungete lo spago con dell’olio di oliva così che una volta cotti sia più facile da eliminare) da cucina ogni pallina cercando di non stringere troppo, dandogli la forma di una zucca.  Posizionate su una leccarda ricoperta da carta forno e lasciate lievitare ancora per circa un’ora in modo che raddoppino di volume.

Spennellate i panini con il tuorlo d’uovo sbattuto con un po’ di latte ed infornare a 200° per 10 minuti abbassare poi il forno a 180° e cuocere per altri 30 minuti. Controllate con uno stecchino che siano ben cotti. Toglieteli dal forno, lasciateli raffreddare, eliminate lo spago ed inserite delicatamente al centro di ogni panino un chiodo di garofano.

pane alla zucca

Questa invece è la mia versione del pane alla zucca, un ricetta praticamente vegana visto che non c’è il latte nell’impasto e non ho utilizzato l’uovo per spennellare i panini lievitati, ma l’olio di oliva del nostro podere. l’idratazione del pane alla zucca è data solo dalla polpa di zucca.

Queste pane alla zucca è  sì delicato, ma ha un sapore più deciso, più rustico. Ricorda la zucca sia esternamente, visto che è opaco, sia internamente con la mollica bella giallo/arancione.

Ah, una cosa, quando li legate non siate precisi, è difficile trovare delle zucche in natura perfette!!!

Ingredienti per i panini alla zucca (dose per 12 panini o 3 pagnotte più grandi):

1 kg di farina (350 g manitoba, 350 g farina ‘0’, 300 g farina w300)

750 g polpa di zucca mantovana cotta (ricavata da 1300 g di zucca)

20 g olio di oliva

10 g lievito di birra fresco

14 g sale

spago da cucina

Cuocete la zucca intera con la bucca in forno a 200°C. Una volta cotta, eliminate la buccia e mettete la polpa in un robot da cucina per renderla una cremosa purea. Nella planetaria mettete le farine e il lievito, fate fare due giri con il gancio a scudo (o foglia) e unite la purea di zucca a temperatura ambiente. Unite l’olio di oliva e da ultimo il sale. Quando l’impasto si staccherà dalle pareti della planetaria, toglietelo e mettetelo a lievitare in un contenitore capiente, coperto con la pellicola, nel forno spento con la luce accesa. La temperatura dovrebbe essere tra i 28°C e i 30°C. Dovrà triplicare di volume.

Quando l’impasto è ben lievitato, dividetelo in due o tre pagnotte o in 10/12 panini più piccoli. Usate una bilancia per misurare i singoli pezzi così da avere panini più o meno della stessa grandezza. Con lo spago (unto di olio d’oliva) fate gli intrecci per ricreare la forma delle zucche. Non stringete troppo. Metteteli su una leccarda rivestita di carta forno. Spennellateli con olio di oliva e fateli lievitare nuovamente fino al raddoppio.

Infornate a 200°C (funzione statica) e spruzzate dell’acqua fredda sulle pareti del forno, senza bagnare il pane, così da avere del vapore ideale per la formazione della crosticina sottile. Mantenete la temperatura a 200°C per 10 minuti, dopo di che abbassatela a 180°C per altri 20 minuti. Il tempo di cottura, ovviamente, dipenderà dalla dimensione che avrete dato ai vostri panini. Controllateli una volta che saranno belli dorati.

Sfornateli e tagliate lo spago. Infilzate il pane con dei rametti di rosmarino, privati degli aghi, o di origano secco, senza le foglioline, così da avere il picciolo per ogni pane alla zucca.

Prova anche i miei burger buns

pane alla zucca

Good morning, indeed good afternoon… I admit not to be so good and timely in sharing the recipes, but it is not always easy to do everything. I beg your pardon,can you forgive me?

It was a busy week, taken from family and work commitments, I found myself cooking until late at night and then have no way to photograph the dishes because it was dark. I found myself preparing an apple pie and then realizing that I had baked it without putting apples on it. I found myself tired and nervous and then, to wipe my tears from my eyes I used the hands with which I had cooked with chili (I do not tell you how were my eyes and my face). I’m complaining?!? No, absolutely. It’s okay because I’m happy that my life is so messed up because I love everything I do even if it involves sacrifices, anger sometimes.

All this to tell you that the other night I had the curiosity to prepare the famous pumpkin sandwiches that are so fashionable and I found myself to get them at 11:00 in the evening… for the fatigue I made 4 knots at each crossing of the string , instead of crossing the string under the sandwich as if it were a gift package to be closed with the tape… details… the photo says it all…

pane alla zucca (3)

I have prepared two versions of this bread with pumpkin: the first is from Carla, journalist and sommelier and author of the blog Incucinaconcarla, the second is mine. In short, the result was super: pumpkin bread for all, with milk for the first part and no milk with olive oil for the second.

These sandwiches last for 3 days as soft as freshly baked. Here is Carla’s version  for the bread to pumpkin, soft, delicate, shiny externally. Ideal for gourmet sandwiches to combine with cheeses and mustards.

Ingredients for pumpkin sandwiches (dose for 10):

500 g of flour (for bread)

300 g of already clean pumpkin

5 g of fresh brewer’s yeast

50 g of milk

10 cloves

10 g of extra virgin olive oil

Salt

to brush

1 yolk

Milk to taste

Kitchen Twine

Cut the already cleaned pumpkin and wash in small pieces and cook in a pan with a spoonful of extra virgin olive oil until it is soft. Let it cool and pass it in a kitchen mixer until you get a cream. Pour into the planetary the flour with the crumbled brewer’s yeast, the milk at room temperature and the pumpkin cream, add the salt, the oil flush and operate until you get a little bread.  Remove it from the planetary, put it in a bowl, blanket and let rise for a couple of hours in a warm place (oven off with light on 28 ° C-30 ° C) until its volume is doubled. Now divide it into 10 parts and form some balls.

Tied with string (grease the string with olive oil so that once cooked is easier to remove) from cooking each ball trying not to tighten too much, giving it the shape of a pumpkin.  Place on a dripping pan covered with parchment paper and leave to rise for about an hour so that it doubles in volume.

Brush the sandwiches with the egg yolk beaten with a little milk and bake at 200 ° for 10 minutes then lower the oven to 180 ° and cook for another 30 minutes. (cooking time could be different because of the oven and because of the size of each buns, so when they are golden brown remove from the oven). Check with a stick that is well-cooked. Remove them from the oven, let them cool, remove the string and gently insert a clove in the center of each sandwich.

pane alla zucca

This is my version of the Pumpkin Bread, a recipe practically vegan since there is no milk in the dough and I have not used the egg to brush the leavened sandwiches, but the olive oil of our farm. The hydration of the bread to the pumpkin is given only by the pulp of pumpkin.

These pumpkin bread is so delicate, but it tastes more decisive, more rustic. Remember the pumpkin is externally, since it is opaque, both internally with the beautiful yellow/orange crumb.

Ah, one thing, when you tie them up don’t be precise, it’s hard to find pumpkins in perfect nature!!!

Ingredients for pumpkin sandwiches (dose for 12 sandwiches or 3 larger loaves):

1 kg of flour (350 g Manitoba, 350 g flour ‘ 0 ‘, 300 g flour w300)

750 g cooked pumpkin pulp (made from 1300 g pumpkin)

20 g olive oil

10 g fresh Brewer’s yeast

14 g salt

Kitchen Twine

Cook the whole pumpkin with the peel in the oven at 200 ° C. Once cooked, remove the peel and put the pulp in a food processor to make it a creamy puree. In the planetary, put the flour and the yeast, make two rounds with the shield-hook (or leaf) and add the pumpkin puree at room temperature. Add the olive oil and finally the salt. When the dough comes off the walls of the planetary, remove it and put it to rise in a capacent bowl, covered with the film, in the oven off with the light on. The temperature should be between 28°c and 30°c. It will have to triple in volume.

When the dough is well leavened, divide it into two or three loaves or in 10/12 smaller buns. Use a scale to measure individual pieces so that you have more or less sandwiches of the same size. With the string (olive oil anointed), make the intertwine to recreate the shape of the pumpkins. Don’t squeeze too hard. Put them on a dripping pan lined with parchment paper. Brush them with olive oil and let them rise again until doubled.

Bake at 200 °c (static function) and sprinkle cold water on the walls of the oven, without wetting the bread, in order to have the ideal steam for the formation of thin crust. Keep the temperature at 200 °c for 10 minutes, then lower it to 180 °c for another 20 minutes. The cooking time, of course, will depend on the size you have given to your sandwiches. Check them once they’re pretty golden.

Remove them and cut the string. Stick the bread with spits of rosemary, deprived of the needles, or of dry oregano, without the leaves, so as to have the petiole for each bread with the pumpkin.

pane alla zucca