Torta rustica con cavolo nero e broccoli

Ecco com’è nata questa torta rustica con cavolo nero e broccoli.

Dovete sapere che le domande più ricorrenti in casa nostra riguardano il cibo: siamo golosi, cibocentrici, non perché siamo in pandemia, lo siamo da sempre. Oltre alle classiche “cosa c’è di buono da mangiare?” “Mmm che profumino, posso assaggiare?”, ci sono quelle martellanti che solitamente mi rivolge Leonardo quando si tratta di verdure, soprattutto quelle create con i due colori primari, il giallo e il blu= le verdure verdi!!!

Mamma come mai mangiamo sempre verdure,noi?”
“Ci fanno bene amore”
“Si, ma non potremmo mangiare solo carote, pomodori e patate arrosto?”
“No Leo, se bastassero solo quelle al tuo corpo che senso avrebbe che ci fossero anche tutte le altre?”
“Vabbè mamma, spiegami cosa hanno di tanto speciale quelle verdi,visto che ce le fai mangiare tutti i giorni!!!!”😅🙈
Vi risparmio la mia lezione pseudo ‘cantastorie-nutrizionista’ che non so come, parte bene ed inesorabilmente mi ritrovo come il protagonista di “Ovosodo” a parlare dei traghetti per la Corsica…
Franci mi ascolta e alla fine prova gusto nel mangiare minestroni, passati, creme di verdure di ogni tipo e mangia insalata,carote, finocchi e ravanelli.

Leo di crudo mangia solo pomodori e carote e per fargli mangiare le altre verdure devo inventarmi polpette, torte salate, frittate,burger vegetali, pesti vari.

Che poi è solo perché vede il colore verde!!! Assurdo.

L’altro giorno ha fatto una torta salata rustica ripiena di cavolo nero (ho usato quello già sbollentato di Le Cotte così non ha sentito nessun odore) e broccoli (cotti 4 minuti in acqua bollente, così non sprigionano nessun profumo)…ho tritato tutto insieme alla robiola e ho riempito un guscio di pasta fatta con farina di farro monococco e olio extra vergine di oliva.

Ho chiamato i bimbi, li ho bendati per fare un gioco…hanno ripreso un’altra fetta di torta e Leo si è convinto che il verde non fosse così male “alla fine mamma questa cavolo di torta era buona”🤣🤣🤣🤣🤣

Ingredienti:

Per la base:

200 g farina farro monococco (o altro tipo di farina, integrale,farro,tipo 1 o 2 o senza glutine)

70 g olio evo

60 g acqua fredda

8 g sale

Per il ripieno:

300 g cavolo nero

150 g broccoli

Sale e pepe

Olio evo

100 g robiola (o altro formaggio anche vegan)

A mano o con la planetaria mescolate gli ingredienti per la base. Ottenete un impasto omogeneo, stendetelo tra due fogli di carta forno e mettetelo in frigorifero per almeno un’ora. Potete farlo anche il giorno prima.

Sbollentate i broccoli o cuoceteli al vapore 4 minuti. Saranno ancora duri, ma non ci sono problemi, finiranno di cuocere in forno.

Mettete i broccoli nel mixer con il cavolo nero, un cucchiaio di olio evo e la robiola. Frullate e aggiustate di sale e pepe.

Prendete l’impasto, mettetelo su una teglia da forno, togliete il foglio superiore e mettete il ripieno, ripiegate i bordi sul ripieno così da chiudere la torta. Spennellate la superficie con olil evo.

Cuocete a 180° per circa 30 minuti finché la base non sarà bella dorata.

ENGLISH VERSION

Ingredients:

For the base:

200 g flour

70 g olive oil

60 g cold water

8 g salt

For the filling:

300 g black cabbage

150 g broccoli

Salt and pepper

Evo oil

100 g robiola cheese or any other creamy cheese

By hand or with the machine mix the ingredients for the base. Get a homogeneous dough, spread it between two sheets of baking paper and put it in the refrigerator for at least an hour. You can do it the day before.

Blanch the broccoli or steam them 4 minutes. They will still be hard, but there are no problems, they will finish baking.

Put the broccoli in the mixer with the black cabbage, a tablespoon of evo oil and the robiola cheese. Blend and add salt and pepper.

Take the dough, put it on a baking tray, remove the top sheet and put the filling, fold the edges over the filling so as to close the cake. Brush the surface with olive oil.

Cook at 180° for about 30 minutes until the base is beautiful golden.

*ARTICOLO IN COLLABORAZIONE CON AZIENDA AGRICOLA LE COTTE DI PISTOIA

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.